Centro Studi Documentazione Memoria Orale

NOTIZIE



Torta d’èrbe

Ricetta di Gravere – Torta salata di Morello Silvana


Senque i vente:

- pasta lievitaa
- tartiffle
- sive
- bouras
- folhe de cote
- spinas
- pieransoumma
- in uvve
- sal
- nouèisa mouscaa
- olho

Fare fricasé le tartiffle avèi le sive. Sbulhèntì le ooutre verdurre: li bouras, le cote, li spinas; talhé a pecit toc, pasele din la pela e a la fin anjountéie la pieransoumma tritaa.
Léisé venì frat, mèiclé in uvve, in pessioun de sal e gratéi in poc de nouèisa mouscaa.
Eitiré bén la pasta lievitaa , bitéi sut lou riplén da inna part, arplié sut la pasta avansà e saré bén li bord. Fouraté in poc avéi na fourchëtta e anfourné din lou forn bén choout e leisé fin-a corra la pasta i quèita.





Cosa occorre:

- pasta lievitata
- patate
- cipolle
- borraggine
- foglie di bietole
- spinaci
- prezzemolo
- un uovo
- sale
- noce moscata
- olio
Fare friggere le patate con le cipolle. Sbollentare le altre verdure : la borragine, le bietole, gli spinaci; tagliarle a piccoli pezzi, passarle in padella e alla fine aggiungere il prezzemolo tritato.
Lasciare raffreddare, mescolare un uovo, un pizzico di sale e grattugiare un po’ di noce moscata.
Stendere bene la pasta lievitata, mettere il ripieno da una parte e ripiegare sopra la parte rimanente e chiudere bene i bordi. Bucherellare la pasta con una forchetta e infornare nel forno ben caldo. Lasciare fino a quando la pasta è cotta.


Ascolta la ricetta:
http://www.cesdomeo.it/archivio_audio.asp